Donne in azione contro la malnutrizione a Tillabéri e Say in Niger
Attivo
Donne riunite discutono di malnutrizione infantile in Niger

Continente: Africa
Paese: Niger
Settore di intervento: sicurezza alimentare

Il Niger è al 189° posto per Indice di Sviluppo Umano (UNDP, 2020). Questo significa che si trova in ultima posizione al mondo per povertà multidimensionale, con il 90.5% della popolazione che vive in questa condizione e tassi di insicurezza alimentare e malnutrizione, in particolare infantile, tra i più alti al mondo.

Più del 47% dei bambini sotto i 5 anni soffre di malnutrizione cronica e la mortalità, in questa fascia di età, raggiunge l'80,37% ogni 1000 nati vivi.

Gli effetti dei cambiamenti climatici, la crisi socio-politica che attraversa l’area del Sahel, il peggioramento della situazione economica aggravata dalla pandemia Covid, hanno aumentato i fattori di vulnerabilità della popolazione nigerina, in particolare delle donne e dei bambini.

La Regione di Tillabéri, nel sud ovest del paese, rappresenta una delle più toccate dall’insicurezza alimentare, con quasi 592.000 persone a rischio di insicurezza alimentare.

In questa regione – al confine con Mali e Burkina Faso – si verificano numerosi attacchi di sospetti gruppi armati non statali (GANE) che prendono di mira agricoltori, allevatori e la popolazione civile in genere. L’insicurezza legata al terrorismo e alla microcriminalità rende difficile il lavoro nei campi e le transumanze, con conseguente difficoltà di accesso ai mercati locali  e una ridotta disponibilità di cibo. Inoltre i bambini corrono un forte rischio di reclutamento illegale da parte di gruppi armati non statali.

In questo contesto, il progetto cerca di rispondere ai bisogni immediati delle famiglie attraverso la distribuzione di prodotti alimentari, ma anche di puntare ad uno sviluppo sostenibile sul medio-lungo periodo, fornendo attrezzature idonee e formazione volte all’aumento della capacità produttiva di cooperative a conduzione femminile

Obiettivi

Il progetto mira a sostenere la capacità di resilienza delle popolazioni vulnerabili della Regione di Tillabéri riducendo la vulnerabilità  di fronte al cambiamento climatico e l'insicurezza alimentare e nutrizionale. In particolare le azioni previste hanno lo scopo di migliorare le condizioni di vita della popolazione dei comuni di Tillabéri e Say, specialmente donne e bambini con meno di 5 anni, facilitando l’accesso a servizi di prevenzione della malnutrizione e a cibo sano, locale e nutriente.

Il progetto risponde agli SDGs 2 (Fame zero) e 12 (produzione e consumo responsabile) dell'Agenda 2030.

Soggetti

400 donne vulnerabili e le loro famiglie (circa 1.200 persone) coinvolte nella distribuzione di kit di generi alimentari e materiali per l’autoproduzione e attività di educazione nutrizionale

71 membri del personale di 5 Centri Sanitari, formati sull’accompagnamento nutrizionale delle donne incinte e nei primi 24 mesi di vita del bambino

525 madri, e loro figli e figlie, provviste di kit igiene/salute per bambini/madri dimessi da situazioni di malnutrizione moderata e severa

4.050 madri di bambini/e in stato di malnutrizione, coinvolte nelle attività di educazione nutrizionale e sensibilizzazione sulle buone pratiche sull’alimentazione del bambino

11 funzionari dei Comuni di Say, Tillabéri e Niamey coinvolti nei laboratori sulle politiche alimentari

403 donne produttrici/trasformatrici e 300 venditrici dei mercati locali di Say e Tillabéri provviste di materiale per il miglioramento della produzione, trasformazione e conservazione dei prodotti alimentari

20 tra delegati dei mercati e rappresentanti dei quartieri formati sulla salubrità e l’igiene degli alimenti nei mercati

10.387 abitanti del comune di Say e 21.011 abitanti del comune di Tillabéri beneficiati dalle attività relative alla salubrità dei mercati e alle discussioni in merito al miglioramento delle politiche alimentari urbane

183.701 abitanti dei dipartimenti di Say e Tillabéri raggiunti dalla campagna di sensibilizzazione sulle buone pratiche d’alimentazione dei bambini.

CISV partecipa alla realizzazione del progetto come partner dell’ONG ACRA, capofila del progetto, presente in Niger dal 2018 con programmi di intervento nei settori della sicurezza e della sovranità alimentare e della protezione ambientale.

Nel progetto sará coinvolta anche FUGPN Mooriben, la Federazione delle Unioni dei contadini del Niger, organizzazione storica di produttori e produttrici agricoli del Niger, e membro insieme a ACRA e CISV della Piattaforma Agroecologica del Niger Raya Karkara.

Attività

  • Distribuzione di kit di prodotti alimentari e materiali per l’autoproduzione diretti a 400 donne in situazioni di vulnerabilità al fine di garantire la possibilità di sostenere il proprio nucleo familiare tramite una produzione sana e nutriente.
  • Formazione e sensibilizzazione su educazione nutrizionale, alimentazione del bambino e sui metodi di identificazione della malnutrizione infantile.
  • Equipaggiamento di 5 centri di salute e rafforzamento delle competenze del personale dedicato alla presa in carico della malnutrizione infantile.
  • Elaborazione di linee guida per rendere salubri i mercati di Say e Tillabéri seguendo l’esempio virtuoso della città di Niamey nel quadro del Milan Urban Food Policy Pact (MUFPP).
  • Rafforzamento di cooperative di donne attraverso la distribuzione di materiale volto all’aumento della loro capacità produttiva e formazioni sui processi di trasformazione dei prodotti alimentari.

Cosa puoi fare tu

– Con 100 € contribuisci all'equipaggiamento di 5 centri di salute

– Con 50 € doni un kit di prodotti alimentari a una madre di un/una bambino/a a rischio di malnutrizione

– Con 30 € garantisci a 1 donna un ciclo di formazione su salute alimentare

Sostieni il progetto

Niger-Donne in Azione













Seleziona il metodo di pagamento



Informazioni personali




Informazioni carta di credito


Questo è un pagamento sicuro crittografato SSL.



Totale Donazione:


€30,00



Oppure dona con:

Bonifico Bancario: Banca Etica IBAN IT79C 05018 01000 0000 11106689

Conto Corrente postale n. 26032102

Intestati a CISV con causale VENEZUELA

–  Satispay

Questo progetto è finanziato dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Attivo