Tessendo cammini di pace
Attivo

Continente: America Latina
Paese: Colombia
Settore di intervento: Diritti

Nonostante la cessazione delle ostilità tra le forze di sicurezza governative e le FARC negli ultimi 4 anni fino alla firma degli accordi di pace del novembre 2016, i 50 anni di conflitto armato interno hanno lasciato profondi strascichi nella popolazione devastata dalle violenze.

La violenza politica, gli scontri armati e il controllo sociale basato sulla paura, sommato all’assenza dello Stato, hanno causato profondi cambiamenti strutturali, economici, sociali, politici e psicologici nel Paese favorendo la crescita di dinamiche sociali basate sulla non-fiducia e sull’uso della violenza e generando una debilitazione del tessuto sociale e la perdita di identità culturali nella popolazione.

I dipartimenti di Putumayo, Caquetá e Cauca sono stati i più colpiti dal conflitto armato; qui l’indice di violazioni dei diritti umani è altissimo e ha lasciato conseguenze gravissime sulla popolazione civile che ha sofferto “desplazamientos” (deportazioni forzate), uccisioni, attacchi indiscriminati, danni e perdite a beni e proprietà (case, terreni), e soprattutto i giovani sono stati reclutati nei gruppi armati.

A tutto ciò si aggiunge la poca accessibilità alla terra e la diffusione di una cultura di illegalità, che ha portato a coltivazioni illegali in moltissime terre, cosa che comporta povertà e violenza diffuse.

In questa situazione, il progetto punta alla diffusione di una Educazione e Cultura alla Pace, attraverso la promozione di un processo di trasformazione dei comportamenti collettivi, che permettano una cultura di pace a partire dal cambiamento individuale e comunitario delle famiglie, dei giovani, delle autorità locali e delle istituzioni pubbliche.

Grazie alle attività di formazione sul genere, sulle pratiche non violente, sulla promozione di una cultura e educazione alla pace e grazie agli incontri di scambio tra docenti, studenti, famiglie e autorità indigene, si svilupperanno abilità volte ad aumentare la fiducia e a ricostruire il tessuto sociale, migliorare le relazioni tra pari e rafforzare la convivenza pacifica, la riconciliazione e l’etica, per farsi mediatori di pace nelle comunità. Tali abilità permetteranno alle persone di vivere in armonia e alle comunità di trasformare le pratiche sociali e i comportamenti verso la non-violenza.

Il progetto punta alla costruzione della Pace dal basso, a partire dalla vita quotidiana delle famiglie, degli studenti, degli insegnanti, affinché essi stessi diventino cittadini e cittadine attivi a livello comunitario e siano loro stessi protagonisti della promozione di piani e politiche municipali e dipartimentali.

Obiettivi

Diffondere una cultura di pace e rafforzare l’etica pubblica e di cittadinanza, il protagonismo e la cittadinanza attiva e inclusiva della società civile nei dipartimenti del Caquetá, Cauca e Putumayo.

Soggetti

I partners di CISV nel progetto sono CPAIS, COCA, FEP, tre organizzazioni locali che portano avanti la strategia di progetto ognuna con un focus su competenze specifiche: di mobilitazione sociale, di genere e pedagogica rispettivamente.

Anche la popolazione locale – docenti, educatori, operatori sociali, padri e madri, organizzazioni giovanili, operatori sanitari, leader comunitari – e le autorità locali – governatori, sindaci, segretari/e, autorità degli enti decentralizzati, dei consigli municipali – sono partners nel progetto.

I beneficiari del progetto sono:

1800 persone, contadini e contadine, delle comunità indigene e meticce:

450 docenti di scuole

450 studenti/esse con diverse origine etniche, vittime di reclutamento forzato dagli attori armati sul territorio

450 genitori di famiglie numerose, con basso livello culturale e alta precarietà economica

150 leader di comunità e autorità locali

150 rappresentanti delle istituzioni governative e delle OSC – Organizzazioni della Società Civile

150 operatori sanitari e assistenti sociali

3360 persone delle comunità indigene, che riceveranno da parte delle precedenti una restituzione del lavoro realizzato

La popolazione dei Dipartimenti di Caquetá 57.011 abitanti, del Cauca 61.368 abitanti e del Putumayo 372.320 abitanti; di cui 50% donne, in totale più di 490.000 persone

Attività

– Cicli di formazione sui temi della pace, della convivenza, sul genere, sulla partecipazione e la democrazia, sull’ambiente e territorio, sugli schemi educativi famigliari non violenti, sulle abilità pedagogiche destinati a educatori, docenti, studenti, genitori, autorità locali, OSC, operatori sanitari statali e tradizionali; con l’obiettivo di essere promotori/trici di costruzione della pace nei propri territori.

– Creazione di strategie di partecipazione e comunicazione per promuovere il cambiamento sociale, attraverso iniziative collettive, incontri dipartimentali tra famiglie e costruzione partecipata di strumenti di convivenza pacifica in ambito scolastico; con l’obiettivo di promuovere processi di mobilitazione sociale e di cambiamento culturale nelle comunità.

Cosa puoi fare tu

– Con 20 € copri le spese di stampa di 10 manuali di formazione alla convivenza pacifica per le scuole (se ne stamperanno 1200 copie)

– Con 50 € contribuisci all’organizzazione di uno dei 12 incontri pubblici di incidenza pubblico-politica

– Con 100 € sostieni l’organizzazione dei 3 incontri interdipartimentali sulla costruzione del processo di pace

Sostieni il progetto

Colombia

Informazioni Personali

Compila tutti i campi, scegli l'importo da destinare a CISV e clicca su DONA ORA. Nella pagina seguente riceverai le istruzioni per confermare la tua donazione. I campi contrassegnati * sono obbligatori.

Tutte le donazioni a favore di CISV Onlus godono di benefici fiscali.

Totale Donazione: €20,00

Attivo

Oppure dona con:

Satispay

– cc postale n. 26032102

– assegno bancario non trasferibile

Intestati a CISV con causale COLOMBIA- PACE

Questo progetto è finanziato in parte dall’Unione Europea.

Attivo