MIGRA: Migrazioni, Impiego, Giovani, Resilienza, Auto-impresa
Attivo

Continente: Africa
Paese: Senegal, Guinea, Guinea Bissau
Settore di intervento: Terra

Il progetto MIGRA si svolge nelle zone transfrontaliere tra Senegal e Guinea Bissau, nelle regioni di Ziguinchor e Cacheu, e tra Senegal e Repubblica di Guinea, nelle regioni di Kedougou e Labé.

Si tratta di luoghi accomunati da una fragilità economica rilevante, dove il tasso di disoccupazione giovanile è molto alto e proprio la mancanza di lavoro è la causa principale che spinge all’emigrazione irregolare.

Soprattutto nei giovani e nelle donne è forte il desiderio di creare piccole e medie imprese indipendenti ma, a fronte di un deficit di capitale e di competenze di gestione, i progetti autoimprenditoriali spesso falliscono e sono costretti a chiudere nei primi due anni dall’avvio.

Un altro fenomeno che caratterizza le tre aree è la migrazione di ritorno, in particolare nelle regioni di Ziguinchor e Labé, dove molti migranti rientrano attraverso i programmi Rva (Ritorno volontario assistito) da paesi di transito quali il Niger e la Libia, ma anche dall’Europa.

Il ritorno è una tappa dell’esperienza migratoria che richiede uno sforzo e una capacità di adattabilità comparabile a quella dell’installazione in un paese straniero.

Studi condotti in passato dalle ong LVIA e COSPE evidenziano che circa 2/3 dei soggetti intervistati hanno incontrato difficoltà al rientro di natura economica e psicosociale.

Molti rientrati hanno infatti perso i legami familiari e la conoscenza del contesto locale socio-professionale, non hanno avuto modo di pianificare il rientro, si trovano senza risparmi né mezzi per avviare attività, bloccati in una situazione di marginalità economica e soprattutto sociale.

Questi migranti fanno parte delle fasce più vulnerabili della popolazione e necessitano di professionalità specifiche che offrano loro un sostegno al reinserimento evitando la possibilità che, non trovando una situazione favorevole nel paese di origine, possano ripartire in maniera irregolare.

Obettivi

Il progetto mira a contribuire a ridurre la vulnerabilità socio-economica di giovani, donne e migranti di ritorno nelle regioni di Ziguinchor e Kedougou (Senegal), Labé (Guinea) e Cacheu (Guinea Bissau) attraverso il miglioramento dell’accesso alle opportunità di impiego, a servizi di sostegno psico-sociale e ad informazioni corrette e pertinenti sulla migrazione.

Soggetti

40 imprese sostenute nell’ampliamento della loro attività
200 giovani e donne sostenuti nell’inserimento professionale con stage e borse lavoro
presso diverse imprese, comprese quelle sostenute dal progetto
100 nuove micro-imprese di giovani, donne e migranti di ritorno sostenute nell’avvio
16 ONG, organizzazioni locali della società civile e servizi pubblici che si occupano di orientamento dei migranti e che parteciperanno alla formazione in tecniche di sostegno psico-sociale e alla gestione di “gruppi di mutuo-aiuto”
100 migranti di ritorno coinvolti in gruppi di “mutuo aiuto” che riceveranno un supporto specifico per facilitare il loro reinserimento psico-sociale
20.000 persone nei tre paesi raggiunte dalla campagna di informazione e sensibilizzazione

CISV partecipa alla realizzazione del progetto in collaborazione con le ong italiane LVIA e COSPE e i partner locali CARP (Collège des Acteurs pour la Réduction de la Pauvreté) e AD (Acção para o Desenvolvimento).

Attività

  • Rafforzamento del tessuto imprenditoriale nelle zone di intervento attraverso specifiche attività di sostegno all’espansione o all’avvio di imprese selezionate, in modo che queste possano offrire impiego a giovani, donne e migranti rientrati.
  • Sostegno all’autoimprenditorialità di giovani, donne e migranti di ritorno attraverso l’informazione, l’orientamento, la formazione, l’accompagnamento tecnico anche con la dotazione di attrezzature e altri mezzi di produzione.
  • Rafforzamento della capacità di operatori di ONG, organizzazioni locali della società civile e servizi per l’impiego affinché possano offrire sostegno psico-sociale alle categorie più vulnerabili di migranti di ritorno (come chi ha aderito ai programmi di ritorno volontario assistito) attraverso percorsi di formazione e accompagnamento personalizzati.
  • Organizzazione di campagne di sensibilizzazione e informazione dell’opinione pubblica, in particolare i giovani, nei tre paesi di intervento e in Italia sulle possibilità di riuscita di vita e lavoro a livello locale e sui temi della migrazione.

Cosa puoi fare tu

– Con 20 € sostieni la diffusione della campagna via radio

– Con 25 € regali una dotazione di attrezzatura

– Con 50 € offri un sostegno psico-sociale

Sostieni il progetto

Senegal MIGRA

Informazioni Personali

Compila tutti i campi, scegli l'importo da destinare a CISV e clicca su DONA ORA. Nella pagina seguente riceverai le istruzioni per confermare la tua donazione. I campi contrassegnati * sono obbligatori.

Tutte le donazioni a favore di CISV Onlus godono di benefici fiscali.

Totale Donazione: €25,00

Attivo

Oppure dona con:

Satispay

– cc postale n. 26032102

– assegno bancario non trasferibile

Intestati a CISV con causale SENEGAL – MIGRA

Questo progetto è finanziato in parte dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Attivo